035 198 33 000 supporto@airbeam.it
Seleziona una pagina
Un team di ricercatori della University of Technology di Eindhoven ha trovato una soluzione sorprendente alle nostre esigenze: una rete wireless basata su raggi infrarossi che è 100 volte più veloce da quella attuale. Sviluppando una “rete” di infrarossi a bassa intensità per trasmettere i dati all’interno di un ambiente, i ricercatori hanno ottenuto un sistema formidabile: 40 Gigabits al secondo di velocità e nessun sovraccarico (ogni dispositivo sfrutta il suo “raggio” infrarosso). Il sistema è molto semplice ed economico. I dati vengono distribuiti da alcune piccole antenne montate sul soffitto e in grado di dirigere i raggi infrarossi con estrema precisione sui dispositivi connessi. Pochissima energia necessaria al funzionamento ed estrema sicurezza: viene utilizzata una gamma di infrarosso che non ha alcun effetto sulla retina.

La nuova tecnologia oltre a garantire una velocità più alta, presenta altri numerosi vantaggi. Se ci si muove all’interno di un ambiente e si esce dal range di una delle antenne, l’antenna immediatamente disponibile prenderà in carico il dispositivo. Per ciascun dispositivo c’è una precisa lunghezza d’onda, quindi niente sovraccarichi e mai più interferenze da altre reti wifi vicine. L’attuale sistema sfrutta segnali radio con frequenza di 2.5 o 5 gigahertz: il wifi ad infrarossi possiede frequenze migliaia di volte superiore, circa 200 terahertz. Per questo la capacità sarà molto più alta: i test hanno mostrato la possibilità di trasmettere (in un raggio di 2 metri e mezzo) quasi 43Gbit/s.

Entro quanto tempo sarà possibile provare il nuovo sistema? I ricercatori stimano che questo sistema possa essere pronto entro circa 5 anni e potrà essere quindi disponibile nei negozi.

Source: University of Technology Eindhoven

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: